L’Associazione dei Dottori commercialisti e degli Esperti contabili di Bologna e l’Associazione Nazionale Commercialisti di Bologna mettono a disposizione una serie di servizi in materia di antiriciclaggio per i propri iscritti e per gli iscritti all’ODCEC

I commercialisti hanno a disposizione uno sportello antiriciclaggio, aperto tutto l’anno!


Che cos’è lo sportello antiriciclaggio permanente?
È un servizio svolto dai professionisti Forward, con cadenza settimanale, articolato su due attività:

la mattina, un check-up antiriciclaggio gratuito
il pomeriggio, formazione antiriciclaggio per professionisti, collaboratori e dipendenti.

L’offerta dei servizi è articolata nelle seguenti attività:
Servizi dello sportello antiriciclaggio
Servizi da svolgere presso lo Studio del professionista

Per avere informazioni sulle attività messe a disposizione utilizza il menù a fianco.


Formazione in House

Formazione Antiriciclaggio
(per professionisti, collaboratori, dipendenti)

Viene svolto un percorso formativo in base ad un programma di incontri monotematici della durata di tre ore ciascuno.

La formazione, dai contenuti teorico-pratici, con esercitazioni guidate interattive ed approfondimento degli argomenti prevede anche l’analisi di casi concreti di Studio.
Il ciclo formativo completo è organizzato su 3 incontri-moduli e viene ripetuto con continuità nel corso dell’anno.

La partecipazione è a numero chiuso, fino a un massimo di 30 partecipanti a sessione.

Tale attività è a pagamento ad un prezzo convenzionato sia per gli Iscritti che per i loro collaboratori e dipendenti.

In questo contesto formativo il professionista adempie agli obblighi di formazione del proprio personale di Studio, imposti dall’art. 16, comma 3 D.Lgs. n. 231/2007.

Ciascun modulo è valido ai fini della Formazione Professionale Continua per gli iscritti all’ODCEC (n. 3 crediti).

Comitato scientifico del progetto formativo
Dott. Pietro Curia
Esperto della normativa antiriciclaggio

Prof. Stefano Montanari
Professore Associato di Economia Aziendale
Università di Modena e Reggio Emilia – Dottore commercialista e Revisore legale

Dott. Claudio Pierini
Commercialista e Revisore legale

Prof. Avv. Valerio Vallefuoco
Professore a contratto di Diritto Internazionale
Università LUM – Jean Monnet – Esperto di fiscalità internazionale e della normativa antiriciclaggio del giornale Il Sole 24 Ore, Avvocato in Roma e Milano

Avv. Fabrizio Vedana
Vice Direttore Generale Unione Fiduciaria SpA – Avvocato

Vuoi prenotare la formazione antiriciclaggio?

Consulta il calendario della formazione e poi contattaci usando il modulo in basso oppure chiamaci!
Per gli iscritti ANC Bologna contattare direttamente la segreteria dell’associazione.

Calendario Formazione

3 ore

30 partecipanti

14.30 – 17.30
registrazione dei partecipanti dalle ore 14.00

via Calzolerie n. 2 Bologna piano 3°
presso Banca Generali

Il Quadro normativo di riferimento, gli obblighi antiriciclaggio ed antiterrorismo

  • Introduzione ai reati di riciclaggio e finanziamento al terrorismo
  • La normativa antiriciclaggio e di contrasto al finanziamento del terrorismo: il sistema e l’evoluzione delle fonti
  • I principi generali della normativa antiriciclaggio
  • Le Autorità interessate: MEF, CSF, UIF, Autorità di vigilanza di settore, DNA, GdiF, DIA e gli Organismi di autoregolamentazione
  • Soggetti obbligati:
    • i professionisti obbligati
    • gli altri soggetti obbligati: cenni
  • Obblighi di adeguata verifica della clientela (ADV). Profili generali:
    • Adeguata verifica
    • Conservazione
    • Segnalazione Operazioni Sospette (SOS)
  • Limitazione all’uso del contante e dei titoli al portatore
  • Segnalazione al MEF per le violazioni alla limitazione dell’uso del contante
  • Il contrasto al finanziamento del terrorismo: normativa ed adempimenti del professionista
  • L’impianto sanzionatorio del decreto 231:
    • Sanzioni penali e sanzioni amministrative
    • Il procedimento sanzionatorio

Adeguata Verifica della clientela, obblighi di conservazione e SOS

  • L’adeguata verifica della clientela per professionisti, revisori legali e l’approccio basato sul rischio
  • Contenuto e modalità di adempimento dell’obbligo di adeguata verifica della clientela (ADV)
    • identificazione del cliente, del titolare effettivo e dell’esecutore
    • verifica dell’identità del cliente, del titolare effettivo e dell’esecutore
    • Informazioni sullo scopo e sulla natura della prestazione professionale o del rapporto continuativo
    • Controllo costante nel corso della prestazione professionale o del rapporto continuativo
  • Titolare effettivo: focus su Titolare effettivo, Trust e Registri centrali
  • Obblighi del cliente
  • Obbligo di astensione
  • Misure semplificate e rafforzate di ADV della clientela
    • ADV semplificata e modalità di esecuzione
    • ADV rafforzata e modalità di esecuzione (infra le c.d.  PEP, persone politicamente esposte)
  • ADV da parte di terzi e modalità di esecuzione
  • Obblighi di conservazione (finalità, principi ed obblighi per i destinatari)
  • Il Fascicolo del cliente e la documentazione da conservare
  • L’obbligo di segnalazione di operazione sospetta (SOS)
    • La base giuridica ed i presupposti della segnalazione
    • Il regime di riservatezza della SOS
    • Il divieto di comunicazione al segnalato
    • La responsabilità dei soggetti obbligati
    • Il flusso di ritorno
    • I riflessi organizzativi per i soggetti obbligati previsti dagli artt.15 e 16 del D.Lgs. n. 231/07

Organizzazione e procedure antiriciclaggio per gli studi professionali: applicazione pratica.
Esercitazione guidata

Presupposto: la partecipazione al Modulo presuppone la conoscenza della normativa di base (Moduli 1 e 2) 

Le procedure antiriciclaggio da seguire nonché l’organizzazione da adottare nello Studio: focus sugli aspetti operativi con la sequenza organizzata e le modalità di adempimento degli obblighi antiriciclaggio.

Saranno eseguite in aula esercitazioni interattive (interattività intesa come intervento richiesto al fruitore del Modulo):

  • per identificare il titolare effettivo
  • per verificare se il cliente, l’esecutore o il titolare effettivo appartiene a liste antiterrorismo
  • per l’adempimento degli obblighi di valutazione e gestione del rischio
  • per l’esecuzione dell’adeguata verifica (quando, chi, come e tempistica)
  • (modalità) conservazione dei documenti (infra gli adempimenti antiriciclaggio e la privacy)
  • per l’effettuazione del controllo costante
  • per l’esercizio dell’obbligo di astensione e per la segnalazione di operazioni sospette
  • per effettuare riscontri in contabilità del cliente ed effettuare la relativa comunicazione delle violazioni alle limitazioni nell’uso del contante
Top